in

Giugliano, bomba nella notte contro l’ingresso della banca

Un ordigno è esploso nella notte davanti all’ingresso della filiale della Banca Popolare di Bari di via Oasi del Sacro Cuore, a Giugliano, in provincia di Napoli. Il rumore ha svegliato di soprassalto i residenti: la banca si trova lungo una via di scorrimento, ma in una zona residenziale con parecchie abitazioni. Lo scoppio ha danneggiato pesantemente la porta blindata dell’ingresso e due Atm, ma i ladri sono scappati a mani vuote: non sono riusciti a entrare nel locale e il bancomat ha resistito all’esplosione.

La deflagrazione è avvenuta poco prima dell’una, nella notte del 14 febbraio. Venerdì, fine settimana, e per di più San Valentino: giornate in cui, statisticamente, i prelievi di contanti aumentano e quindi le banche provvedono al caricamento dei bancomat. Probabilmente i criminali speravano che la cassaforte degli Atm cedesse, ma l’ordigno artigianale è riuscito solo a danneggiare la struttura, senza sfondare la cassetta interna. Completamente distrutta, invece, la porta blindata; lo scoppio ha danneggiato anche parte della muratura. Sul posto sono intervenuti per i sopralluoghi i carabinieri della Compagnia di Giugliano, che hanno avviato le indagini. Acquisiti i nastri delle telecamere di sorveglianza interne della banca, che avrebbero ripreso parte dell’assalto, e quelle installate sugli Atm, che potrebbero invece avere ripreso anche il momento in cui è stata piazzata la bomba.

Un episodio praticamente identico, sempre a Giugliano, era avvenuto pochi giorni fa: nella notte del 25 gennaio un ordigno artigianale era stato fatto esplodere davanti all’ingresso della filiale della Banca Popolare di Novara del Corso Campano; anche in quell’occasione i ladri dovettero dileguarsi subito dopo, con l’arrivo delle forze dell’ordine.


Fonte: https://www.fanpage.it/cronaca/violenza-italia/feed/


Tagcloud:

Milano, la procura sequestra e “salva” gli ultimi due cedri del parco Bassini

Buffon dopo Milan-Juve chiede la maglia a Daniel Maldini: “Ora aspetto i nipoti a San Siro”