in

Sanità. Barcaiuolo (Fdi): i lavoratori del mondo della disabilità ritornino a svolgere il proprio compito

Michele Barcaiuolo (Fdi)

È “necessario che tutte le figure sanitarie del mondo della disabilità ritornino a svolgere, a tempo pieno se non addirittura con orari ancora più flessibili, il proprio compito principale”. Questa è la posizione di Michele Barcaiuolo espressa in un’interrogazione in cui ricorda che a causa del coronavirus è stata interrotta l’attività riabilitativa, sia a livello territoriale che ospedaliero, e tutta quella di presa in carico dei pazienti, compresa la fase prescrittiva di presidi orto-protesici (come carrozzine, pannolini o cateteri).

“Oggi- spiega il consigliere di Fratelli d’Italia– la persona che ha bisogno di una semplice carrozzina si confronta con almeno sei differenti passaggi e spesso deve coinvolgere familiari e servizi territoriali. La creazione degli elenchi regionali dei prescrittori ha ulteriormente complicato la procedura, riducendo il numero di specialisti autorizzati. Le regole di distanziamento sociale e di protezione degli operatori imporranno nuove limitazioni, alle quali bisogna rispondere ripensando procedure, tempi e spazi, ma soprattutto scegliendo, senza ulteriori indugi, lo strumento digitale come luogo di gestione dei processi: dalla visita al tele-consulto, dai controlli ambulatoriali al tele-monitoraggio, dalla riabilitazione fisica alla tele-riabilitazione, adottando robotica indossabile e strumenti di allenamento interconnessi, finalmente inclusi nei servizi erogati. Abbiamo bisogno- continua il consigliere- di maggiori servizi territoriali, vicini alle persone, al pari delle ortopedie che garantiscono servizio domiciliare, per adeguare i presidi alle esigenze non solo riabilitative ma anche ambientali della persona”.

L’esponente di Fdi sottolinea anche che il Covid ha fatto emergere “la necessità di semplificare l’iter di prescrizione, autorizzazione e fornitura dei dispositivi protesici”. Per questo chiede all’esecutivo di “riportare la situazione all’ettenzione del ministero della Salute e di procedere così ad una semplificazione degli iter di prescrizione”.

(Andrea Perini)

Sanità e welfare

21 maggio 2020



Fonte: https://cronacabianca.eu/feed/

Economia. Via libera in commissione a pdl per contributi a commercio, turismo e terzo settore

Salerno, spara in pieno centro contro un uomo: arrestato 40enne